• Home
  • Chi siamo
  • L'associazione

L'associazione Professione Papà

La mia storia

Il segnale che una vacanza è davvero servita a riposarsi è la noia. Quando ci si annoia vuole dire che si è di nuovo pronti a ripartire. Nell’estate 2004 mi stavo finalmente annoiando e ho detto a mia moglie: “a Settembre mi iscrivo all’Università e finalmente mi dedico a ciò che più amo: la Pedagogia”.

Avevo 38 anni e il secondo figlio in arrivo (ora sono tre: Samu, Ale e Francesco). Poco mi importava se dal 1988 facevo (e faccio tutt’ora) l’assicuratore. La passione nella vita è tutto, quindi avrei trovato sicuramente il tempo e il modo di fare tutte e due le cose.

A settembre 2007 ero laureato in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione, n.27 esami, una tesi su “Le declinazioni dell’assenza paterna” e avevo già mille progetti in mente.

Primo fra tutti continuare a studiare, quindi mi sono iscritto ad un Master in Mediazione Familiare biennale presso la Scuola di Mediazione Familiare di Genova finito nel 2009 ed ora sto seguendo un Master triennale in Counselling. Sono convinto che quando ci si occupa di qualcosa di extralavorativo, la formazione continua sia fondamentale per rimanere aggiornato e continuare a crescere.

Durante gli studi è nato il blog PROFESSIONE PAPA’ che si è poi trasformato nel sito www.professionepapa.it. Dopo qualche tempo è diventato un Progetto organizzato da un’associazione senza scopo di lucro con lo stesso nome, simbolicamente aperti il giorno della festa del Papà: il 18 Marzo 2010.

 

Presto sono cominciate le attività:

 
  • L’Ist. Giannina Gaslini di Genova, mi ha inserito tra i formatori dei Corsi sulla Genitorialità riservati a neo-genitori e per Incontri riservati ai papà; la collaborazione ormai va avanti da due anni.
  • Parallelamente ho cominciato a organizzare incontri privati per soli papà, sia pratici che teorici che si svolgono periodicamente in sedi private.
  • Un altro ambito al quale dedico attenzione ed energie è lo sport, essendo uno dei punti di maggiore attivazione dei papà nei confronti dell’educazione dei figli, su questo argomento organizzo periodici incontri ed attualmente è allo studio un mio progetto per le Scuole Calcio genovesi che spero vedrà presto la luce.
  • Molto interessante è la collaborazione in corso con un’azienda di Mantova, Variazioni srl, che organizza progetti per l’armonizzazione della vita familiare con la vita aziendale. Per loro e per altre Aziende più sensibili all’argomento tengo incontri periodici.
  • Da un paio di anni collaboro come esperto pedagogista con Prénatal, azienda leader settore infanzia, che offre alla propria clientela incontri con specialisti, sull’argomento della nascita e dei primi mesi di vita della neo famiglia.
  • Infine, nell’ambito delle separazioni svolgo attività di Mediatore Familiare, per la riorganizzazione dei rapporti familiari quando le unioni coniugali si interrompono ma continuano i doveri genitoriali.

Col tempo è arrivato anche qualche riconoscimento. Il più gradito è stato l’invito a far parte del Gruppo di Accompagnamento alla Paternità presso il Centro Nascite dell’Ospedale di Careggi – Firenze, insieme ai più importanti studiosi di paternità in ambito italiano, ed è arrivato anche l’invito a partecipare ad un programma televisivo su LA7 – Mamma mia – con Camila Raznovich, in qualità di esperto.

Per il resto scrivo: curo una rubrica sulla rivista KIDS e collaboro con diverse testate on line.

 

I papà spiegati alle mamme. Il mio libro per Einaudi

Esistono moltissimi libri sull'esperienza della maternità, in tutti i suoi possibili risvolti, ma la paternità continua a restare nell'ombra.

Forse perché gli uomini fanno piú fatica ad aprirsi e raccontarsi, o forse perché la figura paterna non si è ancora affrancata del tutto da una serie di stereotipi, molto spesso sorpassati ma ancora attivi, come quelli che vedono il padre responsabile del sostegno economico della famiglia, autoritario, assente, incapace di occuparsi dei figli o capace solo di farli giocare. Federico Ghiglione, mediatore familiare, fa breccia all'interno di questo mondo per spiegare alle madri, e con loro a tutti noi, l'unicità, la ricchezza, l'importanza e la difficoltà del ruolo di padre, prendendo in esame tutte le fasi che conducono alla genitorialità, dal concepimento al parto, passando attraverso la sessualità fino all'educazione dei figli. Intrecciando esperienze personali ed esperienze maturate sul campo, Ghiglione ci regala un libro divertente e utile non solo per le giovani coppie ma, soprattutto, per le mamme, che oggi hanno bisogno piú che mai di capire chi è la "metà" con cui hanno deciso di fare famiglia.

 

Professione papa
Daddy Camp
Rugby Tots
Daddyday
Vivarugby


Iscriviti alla newsletter