Genitorialità

Ma cos'è la Pedagogia?

Si pensa spesso che per capire di paternità, per essere un buon padre, si debba essere esperti di Psicologia. E’ indubbio che le conoscenze di Psicologia siano un toccasana per chi debba districarsi nei meandri delle problematiche educative, delle dinamiche padre-figlio, delle dinamiche famigliari e sociali, ma vale la pena fare una riflessione sulle differenze tra la Psicologia e la Pedagogia, materia meno conosciuta, ma probabilmente più attinente a ciò che interessa un futuro genitore.

Una delle più significative differenze è il diverso punto da quale queste due scienze guardano il mondo. E’ frequente infatti che la Psicologia si occupi dello studio e delle valutazioni sul vissuto delle persone, per capire quale sia stato il loro percorso formativo, identificarne eventuali punti critici e problematici e – di conseguenza - attuare strategia correttive o compensative affinchè i problemi originati da tali criticità siano rimossi o affrontati e in qualche maniera risolti.

E’ invece compito e scopo della Pedagogia occuparsi di strutturare e studiare il percorso formativo dell’uomo che cresce, pensando ai metodi dell’apprendere e dell’insegnare, ai luoghi della formazione, all’universo dei codici espressivi ed interpretativi, al mondo dell’uomo che si forma nella relazione con l’altro o che coltiva, pensa e cerca di realizzare il proprio percorso formativo interiore e personale.

In sintesi possiamo dire che la Psicologia ha una visione più valutativa dell’uomo e in un certo senso, ricostruttiva, mentre la Pedagogia ha uno sguardo più programmatico della formazione dell’uomo e quindi costruttivo. Oserei dire, azzardando uno slogan, che la Psicologia guarda indietro mentre la Pedagogia guarda in avanti.

Credo quindi che, se vogliamo parlare dell’uomo che pensa se stesso all’interno di un progetto di paternità o che vuole prendersi cura della crescita di suo figlio, siamo in ambito pedagogico, stiamo cioè parlando di due uomini – un padre ed un figlio – che affrontano il proprio percorso formativo il proprio futuro di uomini.

Se poi vogliamo mettere i puntini sulle i e sfatare anche un altro luogo comune collegato al precedente possiamo precisare che la Pedagogia, non è la scienza che si occupa dei bambini, ma è piuttosto la scienza che si occupa dell’educazione e della formazione dell’uomo, in ogni momento della sua vita. Sia esso il bambino che cresce, sia esso il padre che lo educa e – nell’affrontare l’esperienza della paternità – cresce, cambia, si trasforma.

Consiglio quindi a chi ha la passione per il mondo educativo e della formazione dell’uomo,  di lasciar perdere i libri di alta Psicologia, interessanti per carità, e di avvicinare qualche libro di didattica, di semiotica, prossemica, … Sembrano materie astruse o incomprensibili, ma trattano invece degli argomenti che sono alla base della magia dell’educare, del comprendere, dell’apprendere e cioè disvelano i misteri e le magie del rapporto tra un papà e il suo bambino.

Professione papa
Daddy Camp
Rugby Tots
Daddyday
Vivarugby


Iscriviti alla newsletter